Fare buon trading online, recensioni con Compendium Value

Fare trading online significa vendere e acquistare titoli finanziari dal proprio computer. L’obiettivo, infatti, è di guadagnare sulla differenza di prezzo tra acquisto e vendita. Si tratta, chiaramente, di un’attività rischiosa, che richiede molto studio e altrettanta pratica. Interpretare i mercati, infatti, non è così semplice come può sembrare di primo acchito, ed è facile perdere soldi. Buttarsi a capofitto sui mercati, senza la minima esperienza e competenza può essere fatale.

Trading online, cos’è

Il trading online consiste nella compravendita di strumenti finanziari via Internet per speculare sulla variazione dei prezzi e ottenere così un profitto. Le negoziazioni avvengono tramite pc o smartphone, attraverso le piattaforme di trading, che offrono l’accesso ai mercati. Tali piattaforme sono gestite da intermediari, detti broker, che eseguono materialmente le operazioni, dietro una commissione. I broker possono essere società specializzate nel trading online, banche oppure Sim.

Fare trading, come già detto, è un’attività rischiosa, poiché i mercati finanziari sono altamente volatili. Circa il 75% delle persone che fa trading, infatti, perde denaro. La causa è la mancanza di una preparazione sufficiente. Una lacuna che viene spesso sfruttata da chi architetta truffe di trading online. 

Trading e truffe, l’allarme del Codacons

Numerosi consumatori hanno segnalato al Codacons di essere stati contattati da società di trading online, che promettevano soldi facili, con il minimo sforzo. Queste società, spesso con sedi estere, contattano i clienti tramite call center con numeri italiani promettendo guadagni stellari, a fronte di investimenti ingenti. Quando però si tenta di recuperare i soldi, la società scompare senza lasciare traccia.

Ma cosa fare nel caso si cada vittima di una truffa di trading online? Come suggerisce il presidente del Codacons Marco Maria Donzelli, la prima cosa da fare è inviare una segnalazione a Consob sul comportamento illecito del broker. In questo modo l’autorità vigilante dei mercati finanziari italiana eseguirà dei controlli sulle autorizzazioni del broker e sulla sua condotta. È possibile depositare anche una denuncia alle autorità, rivolgendosi a un commissariato di Polizia o alla Polizia Postale. Per cercare di recuperare i soldi infine, può essere utile affidarsi a un avvocato esperto in truffe di trading online. La regola più importante però, è essere cauti e diffidare da chi promette facili guadagni. Fare trading è un’attività impegnativa e prima di investire i propri risparmi, è importante studiare molto e praticare altrettanto, anche con i conti demo, solitamente offerti da tutte le piattaforme serie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *